News

La signora Ava

di Francesco Jovine con Silvia Siravo, Emanuele Salce e con Valentina Conti ed Angelica Fei Barberini musiche Franco Di Luca eseguite dall’ensemble Armonia Nascosta scene Erika Cellini burattini Idalberto Fei e Maria Giulia Barberini adattamento e mise in espace Andrea Pergolari “O tiempo da ‘gnora Ava, nu viecchio imperatore, a morte condannava chi faceva a’mmore”. È questa l’epigrafe che introduce il romanzo del molisano Francesco ...

Non ci resta che ridere

NON CI RESTA CHE RIDEREovvero Vito Molinari e i suoi Grandi Comici.Ridere fa bene alla salute. Lo confermano gli studi di eminenti studiosi, sì quelli studi serissimi e complicati che poi arrivano a risultati terra terra, come quell’equipe di archeologi francesi che dopo anni di analisi, discussioni e ricerche al Foro Romano giunse alla conclusione che anche i romani antichi mangiavano l’uva: diciamoci la verità, bastava chiederlo al portiere. ...

Ti racconto una favola

In questo laboratorio dedicato ai più piccoli, abbiamo cercato di restituire ai bambini un’esperienza antica e ora quasi perduta, quella del racconto orale. Abbiamo raccontato delle favole e loro, di risposta, altre ne hanno inventate per noi, il tutto con l’aiuto dei nostri burattini. Il laboratorio si è tenuto da ottobre ad aprile a Roma, negli spezi di S:Maria delle grazie al Trionfale.

Onde

Domenica 28 ottobre al Teatro Le Maschere di RomaTesto e regia Idalberto FeiMusica e direzione Domenico TuriGaetano Lizzio attoreAlice Cortegiani clarinettiLivia De Romanis violoncelloSamuele Telari fisarmonicaBurattini di Maria Giulia Barberini(con Giovanna Mandillo e Gabriella Tomassetti)Oggetti di scena: Vito De Simone, Lorenzo Fei, Chiara MennonnaClicca qui per vedere il PROMO

Gilgamesh

Il Re della terra tra i fiumi

Mille e mille anni fa, in Mesopotamia, visse un uomo che compì straordinarie imprese allo scopo di diventare immortale come gli dei. La Mesopotamia, che ora chiamiamo Iraq, è un grande territorio fra due fiumi, il Tigri e l’Eufrate. L’uomo si chiamava Ghilgamesc, era re della città di Uruk che rese splendida e circondata da alte mura, le sue gesta furono cantate dai poeti, narrate a voce per generazioni, infine scritte in accadico s...